Coworking – La Nazione

ABBATTERE I COSTI, CONDIVIDENDO
IL NUOVO MODO DI DIRE “UFFICIO”

Presentato a Montacchiello il primo “Giardino dei Talenti”
Di Cecilia Morello

Un ambiente stimolante, creativo, colorato e luminoso con teche di vetro per le riunioni e la stanza “camera cafè” per rilassarsi, un ufficio dove l’unica preoccupazione possa essere realizzare i propri progetti. Il luogo ideale dove realizzare la pria esperienza pisana di coworking CHE TRADOTTO LETTERALMENTE significa “lavorare insieme”. “Ho letto di questo progetto nato a Brescia, Talent Garden (Giardino dei Talenti, ndr) – racconta uno dei tre IDEATORI DELL’ESPERIMENTO PISANO, Francesco Cosentino – ed ho pensato ‘perché non farlo anche qui a Pisa?’ ”. Così Francesco, 27 anni, studi di Ingegneria in corso e una valanga di idee in testa, a trovato due soci che condividessero questo entusiasmo con lui: la società di comunicazione cascinese Super A3Design, nei panni di Marco Maltinti e il Gruppo Forti, in particolare Luigi Doveri, Amministratore Delegato. “L’idea mi è piaciuta subito, è un modo di dare ai giovani la possibilità di investire su se stessi”. Il passo successivo è stato trovare il posto adatto. “Lo ha messo a disposizione il Gruppo Forti, un immobile di prestigio a Montacchiello”. E’ in corso l’allestimento, mentre l’inaugurazione è prevista per Marzo.

Ma come funzionerà esattamente questo “Giardino dei Talenti?”. “Noi offriamo lo spazio per lavorare, compreso di scrivania, internet a banda larga e servizi completi. Spazi che possono essere affittati da chiunque abbia bisogno di un luogo per lavorare, anche solo per un paio d’ore perché è a Pisa di passaggio. L’invito è rivolto a tutti coloro che lavorano nel campo della comunicazione, del digitale, del web, della fotografia e dell’innovazione più in generale. Ma senza alcuna preclusione per gli altri settori”. Ci saranno diversi pacchetti e quello completo permetterà di avere un badge e, quindi, di avere accesso al proprio ‘ufficio’ in qualsiasi ora del giorno e della notte”.

Vantaggi? L’abbattimento dei costi e delle perdite di tempo: hai qualcuno che pensa alle bollette ed a tutte le altre “beghe” al posto tuo. “E soprattutto hai la possibilità di lavorare a stretto contatto con altre persone e confrontarti, chiedere una consulenza… Al tuo fianco hai potenziali colleghi ma anche potenziali concorrenti. E le idee che davanti al computer nella tua stanza nascono e muoiono lì, qui invece, possono crescere”. Un giardino, appunto. “Sono realtà che in altri paesi europei sono già decollatee funzionano bene. E anche nel Nord Italia”.

[…] Pisa è pronta e le 20 adesioni, so 40 posti totali, che il Giardino dei Talenti ha già ricevuto lo dimostrano.

GLI SPAZI DEL TAG
400 metri quadri e 40 scrivanie
Filosofia ecosostenibile, mobili in cartone, il finto prato nell’area relax, due stanze per le conferenze e una sala eventi: affittabili anche solo per qualche ora.

Franco Forti

Coworking – Il Tirreno

Montacchiello, nasce la casa comune dei free lance del web

A breve l’inaugurazione di un Talent Garden: i professionisti della rete potranno trovare i servizi di cui hanno bisogno
di Guido Bini

Franco Forti

PISA. Presto i professionisti del web pisani avranno una casa comune, dove poter lavorare e crescere insieme. L’idea di replicare anche a Pisa l’esperienza positiva dei Talent Garden – visti i successi di Brescia, Bergamo, Padova e Milano – è venuta pressoché in simultanea all’amministratore delegato di Forti Holding Luigi Doveri, allo sviluppatore web Francesco Corsentino e a Marco Maltinti, dell’agenzia di comunicazione SuperA3 Design.

Tra un mese l’inaugurazione, a Montacchiello, tra Pisa e Cascina, con già tante persone che chiedono di entrarvi a far parte.
Cosa sia un Talent Garden ce lo spiega il 27 enne Corsentino, arrivato a Pisa per studio e oggi professionista di internet.

«Un Talent Garden – spiega Corsentino – è un luogo stimolante dove i liberi professionisti del web possono lavorare in serenità, ognuno nella più completa autonomia ma fianco a fianco. Non si tratta di affittare una scrivania e basta. Qui un free lance può trovare tutti i servizi di cui necessita, dalla connessione internet all’area relax, senza preoccuparsi di niente. In più avrà a che fare con persone con competenze simili o complementari, con cui condividere idee ed esperienze lavorative e far nascere nuovi progetti».

Il modello proposto è quello del “coworking”, letteralmente “lavorare insieme”, nato negli Stati Uniti alla fine degli anni Novanta e oggi in crescita esponenziale in tutta Europa.

«Il Talent Garden – precisa Maltini – non è altro che la declinazione italiana del “coworking” secondo Gianfausto Ferrari e Davide Dattoli, promotori del primo Talent Garden di Brescia, nato nel 2011 e presto replicato a Bergamo, Padova e Milano. Visitando questi luoghi abbiamo scoperto realtà davvero entusiasmanti, e subito ci è venuta la voglia di abbandonare la nostra sede per un Talent Garden a Pisa».

«Qui non ci dovremo più preoccupare di affitto, pulizie o utenze – prosegue Maltinti di SuperA3Design – e invece di lavorare in solitudine, avremo modo di confrontarci giorno per giorno con persone che fanno un lavoro simile al nostro».

Come illustrato dai promotori, il Talent Garden pisano si svilupperà su una superficie di 400 metri quadrati, al secondo piano del centro servizi di Montacchiello.

Lo spazio sarà suddiviso in due grandi ambienti open-space con circa quaranta postazioni personali, un’area relax con angolo cucina e due sale riunioni che all’occorrenza potranno trasformarsi in una sala conferenze. A corredo una terrazza di 200 metri quadrati.

«Con questo progetto innovativo – spiega in conclusione Doveri, amministratore delegato di Forti Holding – vogliamo dare spazio ai giovani e alla loro creatività, convinti che il “coworking” sia un buon sistema per farli crescere professionalmente e stimolare idee nuove. E ci crediamo così tanto che qui troverà posto anche un fondo di venture capital, pronto a finanziare quei progetti che potranno rivelarsi interessanti».

Franco Forti

Pisa città d’acqua: il nuovo libro strenna del Gruppo Forti

Dedicato al rapporto fra Pisa e le sue vie d’acqua, opere idrauliche e di ingegneria, il volume fotografico PISA CITTÀ D’ACQUA – libro strenna delle società Forti Holding SpA e Ecofor Service SpA – è stato presentato dal Sindaco di Pisa Marco Filippeschi, dall’editore Pierfrancesco Pacini, dall’architetto e curatore dei testi Mario Pasqualetti e dall’autrice Irene Taddei nella bellissima Sala Regia di Palazzo Gambacorti, a Pisa.

Il Presidente della Forti Holding SpA, l’Ing. Franco Forti, ha espresso il suo entusiasmo per quest’opera fotografica: “Anche quest’anno abbiamo portato avanti la tradizione ormai ventennale dei nostri libri strenna mirati a far conoscere il nostro territorio. L’acqua per Pisa è sempre stata molto importante, prima come fonte di relazione e di commerci ed ora fonte di turismo”. Malgrado la crisi che ha investito anche le aziende del Gruppo Forti, “abbiamo fatto questo libro molto bello – ha aggiunto – che è un percorso dai Monti Pisani al mare, alla scoperta di corsi d’acqua sia naturali sia creati dall’uomo che servono a garantire la sicurezza della città di Pisa e dei territori circostanti.”

Con l’introduzione del Sindaco Marco Filippeschi, l’opera fotografica si snoda tra l’acquedotto, le fontane, il sistema dei fossi e dei canali ed l mare. Duecento immagini di un territorio ricco di testimonianze sull’opera svolta dall’uomo per controllare l’acqua. Immagini che per la fotografa Irene Taddei ” Lavorare con il Gruppo Forti è stata una esperienza molto positiva perché ci siamo trovati a condividere le stesse idee e questo ha portato alla buona riuscita del volume. “.

Per Filippeschi c’è bisogno di dare uno sbocco e recuperare il rapporto della città con le sue vie d’acqua, progettando, investendo e realizzando. E questo volume è uno strumento importante per alimentare questa idea, è una base di lavoro, un bel biglietto di presentazione.

Filippeschi sottolinea la gran mole di investimenti importanti degli ultimi anni: “Abbiamo raggiunto risultati importanti sulla sicurezza idraulica soprattutto nella zona sud che era soggetta ad allegamenti. Ora avremmo progetti per la zona nord. Si è riscoperto la funzione del canale Navicelli in connessione ad un sistema rilevante per la nautica. Ed è in partenza il cantiere per la riapertura dell’Incile. C’è sostanza per fare un vero e proprio piano in aggiunta ai piani urbanistici che riguardano la terra ferma. In particolare abbiamo pensato di esplorare un progetto della golena dal Guadalongo a Riglione dove c’erano industrie d’escavazione poi abbandonate. Un’altra idea forte sarà quella di congiungerla con il viale delle piagge all’altezza di San Michele con un ponte pedonale e ciclabile”.

Clicca QUI per il video della presentazione.

Premio alla Carriera all’ing. Franco Forti al Tower Plaza di Pisa.

Al Tower Plaza di Pisa premiato l’Ing. Franco Forti, Presidente dell’omonimo Gruppo e i giovani di Confcommercio.

Il prestigioso riconoscimento è stato consegnato all’Ing. Franco Forti nell’ambito di una premiazione tutta incentrata sulle aziende dinamiche ed innovative della nostra provincia.

“Sono onorato di ricevere questo premio alla carriera e lo sono ancora di più a riceverlo in questa occasione – ha detto l’ing. Franco Forti – perché il mio impegno e, di conseguenza, anche quello delle mie aziende è sempre stato molto legato allo sviluppo del territorio di Pisa.” Le aziende del Gruppo Forti, frutto del lavoro di tutta una vita dell’Ing. Forti svolgono attività che vanno dall’edilizia all’ecologia.

Ma il fiore all’occhiello è il nostro Polo Industriale di Montacchiello – commenta l’Ing. Franco Forti –  su cui stiamo investendo molto: l’area è dotata di facilities specifiche per accoglie Aziende Tecnoloche dell’ICT, delle Telecomunicazioni e della Robotica, Start-Up e il Co-working.”

Per maggiori informazioni: www.montacchiello.it